Intervista con il Magnetica Team

L'articolo è tratto dalla rivista C+VG n. 6 (giugno 1991) p. 43, fonte: Retroedicola

INTERVISTA CON IL
MAGNETICA TEAM


I Magnetica sono i primi autori italiani di giochi ad aver meritato un CVG HIT con il loro prodotto, F1 GP Circuits. Quando sono venuti a trovarci in redazione ci siamo fatti raccontare tutto di loro...

di Fabio Rossi

Riuscire ad aggiudicarsi il CVG HIT (un voto superiore al 90% - NdR) non è una cosa facile, soprattutto con il primo gioco pubblicato. Sono sicuro che ai nostri lettori piacerebbe conoscere la storia del vostro "team vincente".

I Magnetica sono nati dall'incontro di due gruppetti di appassionati di videogiochi e programmazione. Ciascuno di noi aveva una certa esperienza personale in fatto di programmazione o grafica, ma è solo quando abbiamo conosciuto Paolo Galimberti - che all'epoca stava lavorando a Moonshadow - che ci siamo resi conto che anche in Italia c'era la possibilità di pubblicare qualcosa. Così abbiamo preso una valigia con dentro un C64 e un drive e siamo andati a presentare il nostro primo gioco alle software house...

Che gioco era?

Si intitolava Magnetic, ed era uno strano programma in cui un robot modulare doveva trascinare una sfera su un campo pieno di buche e rilievi semplicemente usando un potente magnete. C'erano nemici da evitare, un sacco di comandi e uno schema di gioco tanto complesso che per spiegarlo tutto ci vorrebbe mezz'ora. Era molto originale e ben programmato, ma un po' troppo involuto per poter essere messo sul mercato.

Come avete fatto a passare da una cosa simile a F1 GP Circuits?

Abbiamo fatto un po' di analisi di mercato, e ci siamo resi conto che per vendere qualcosa conveniva dedicarsi a un genere di gioco più diretto, che chiunque avrebbe potuto giocare senza grandi problemi. Ci piaceva molto il vecchio Le Mans su C64, e quando Omid ha scommesso che sarebbe riuscito a scrivere una routine di scrolling veloce in trenta minuti...

In mezz'ora?!?

Sì, è c'è pure riuscito! A quel punto dovevamo fare un gioco di guida. All'inizio doveva essere un budget, una specie di simulazione di autopista Polistil, ma quando ci siamo guardati in giro abbiamo deciso che avevamo la possibilità di realizzare qualcosa di superiore agli altri prodotti del genere in circolazione, così abbiamo evoluto il concetto di gioco ed è venuto fuori F1 GP Circuits.

Che è venuto molto bene. Peccato solo che non si possano prendere a missilate gli avversari!

Non sarebbe commerciale, dai...

Vabbé. Che progetti avete per il futuro?

F1 GP doveva intitolarsi originariamente Fastest Engine: ci piacerebbe farne una versione comica intitolata Farmer's Engine, con i trattori e le mucche al posto delle auto. Poi vogliamo mettere insieme abbastanza routine da poter creare un sistema di sviluppo potente e affidabile. Abbiamo anche contattato alcune case inglesi e c'è il rischio che si possa realizzare un nostro vecchio progetto: il gioco di Lupin III!

Lo voglio!

Be', la progettazione è a buon punto; tutto sta a vedere se qualcuno comprerà i diritti sul personaggio.

Cosa ne pensate del mondo dei videogiochi, soprattutto di quello italiano?

Il pubblico è troppo poco esigente, e per questo ci sono molte software house che potrebbero fare molto ma si limitano a cose dozzinali che vendono lo stesso. In Italia inoltre c'è il problema di una carenza cronica di programmatori in gamba: non non siamo ancora riusciti a trovare qualcuno che sappia convertire F1 GP Circuits su PC!

Cosa si deve fare per migliorare la situazione?

Un buon passo avanti potrebbe essere quello di creare sistemi di sviluppo di pubblico dominio, per alleggerire la parte di lavoro non creativa che c'è dietro a ogni gioco. Poi bisognerebbe che i programmatori si parlassero di più, per scambiarsi le conoscenze tecniche. E infine il nostro sogno: sapere che cosa vogliono gli italiani!

I Magnetica al completo: Omid Ehsani, Giuseppe Tresoldi e Gerardo Iula

CHI SONO I MAGNETICA?

Il gruppo Magnetica è composto da:

*Giuseppe Tresoldi - grafico e game designer
*Omid Ehsani - programmatore C64
*Gerardo Iula - programmatore e grafico Amiga
*Emiliano Gusmini - programmatore, grafico e musicista ST

Nessun commento:

Posta un commento